Maui: isola mistica, paradiso dei watersport

0
89

Vista come il posto di nascita spirituale dello sport del kiteboarding l’isola hawaiiana di Maui certamente evoca un certo immaginario nella mente di ogni rider. Sfortunatamente scommetto che la maggior parte di queste opinioni sono costruite sull’idea che Maui sia una location solo per pro rider e kiter duri a morire. C’è una certa mistica riguardo all’isola e i miei stessi preconcetti su questa destinazione erano abbastanza scoraggianti.

Prima che facessi un viaggio sull’isola, anche se come rider sponsorizzato e con una certa esperienza, ero convinto che mi aspettassero onde alte come palazzi e condizioni che mi rendevano piuttosto ansioso. Alla mia naturale esitazione nei confronti delle onde giganti hanno contribuito anche i numerosi film di kitesurf che, soprattutto nei primi anni, sono stati girati quasi esclusivamente a Maui o almeno in gran parte degli spot dell’isola. Pensando a kiter leggendari come Pete Cabrinha, Robby Naish, Flash Austin, Elliot Leboe, Lou Wainmen, Mauricio Abreu, Jason Stone e Andre Phillip che già all’epoca dei kite a due linee hanno dato spettacolo su queste spiagge mi tremavano le ginocchia alla sola idea di essere negli stessi posti e condividere le stesse acque dei miei eroi.

Nella realtà la mia idea dell’isola non poteva essere più sbagliata a parte la possibilità di trovare onde giganti se si sa dove cercarle: Maui offre un’incredibile varietà di spot e condizioni da accontentare praticamente tutti. Non è un caso che alcuni kite brand come Cabrinha, Naish, Wainman così come un’innumerevole quantità di brand di windsurf hanno piantato le proprie radici sull’isola. I venti stagionali soffiano come un orologio durante i mesi estivi. Certamente ho avuto poche opportunità rispetto ad altri spot di essere così avidamente eccitato controllando le previsioni di Winduru Forecast di Maui. Altrettanto certamente l’isola ha attraversato cambiamenti attraverso gli anni e si possono tranquillamente gettare vie le credenze di kiter locali poco socievoli. La scena di Maui è una delle più socievoli che io abbia mai incontrato e la quantità di birre offerte dopo le session la mette probabilmente al top della lista degli spot.

Kanaha sulla North Shore, epicentro del kite a Maui

Arrivato piuttosto tardi alla festa dei watersport, il kitesurf ha dovuto prendere con una certa riverenza quello che offrivano gli spot dell’isola durante i primi anni. La famosa Kitebeach è situata sopravento (per fortuna non sottovento) a un punto di scolo di liquami poco distante dall’aeroporto. Ci sono innumerevoli spiagge dove è possibile armare e lanciare il kite con onde di buona qualità a pochi metri da riva. Conosciuta come Kanaha questa porzione di costa sulla North Shore è l’epicentro del kitesurf a Maui. Grandi tartarughe attraversano queste acque e la vista dell’isola quando si è al largo è semplicemente magnifica.

La temperatura dell’acqua non scende mai sotto i 20 gradi (75 Fahrenheit) così la maggior parte delle persone neanche indossa la muta anche se con l’effetto “windchill” se avete freddo sarebbe meglio indossare un top in neoprene o una shorty.

Localismo hawaiiano, retaggio del passato

Un argomento molto discusso riguardo alle Hawaii e soprattutto a proposito di surf è il termine localismo. I rider locali che aggrediscono i turisti sulla line up e gli gridano di tornare a casa può essere un’idea radicata nella mente di molti ma in realtà queste dinamiche non esistono quasi più. Sicuramente ci sono dei breaks locali dove non vorreste stare se le condizioni sono perfette, ma funziona così un po’ dappertutto e in genere se avete il livello per surfare questi posti sicuramente conoscete cosa aspettarvi e come reagire. Oggigiorno il clima è molto meglio e sopratutto con il vento buono le onde sono ormai molto meno preziose anche nei confronti dei puristi del surf. Seguire le poche regole che vigono in acqua e portare il giusto rispetto vi farà evitare qualsiasi situazione spiacevole.

Con la sua abbondanza di onde e vento l’isola dovrebbe essere tra i primi posti della vostra lista di viaggi da fare. Se vi sentite a disagio nelle grandi onde della North Shore ci sono spot alternativi Kihei o Waehu che offrono uno scenario diverso ma rimarrete comunque sorpresi delle onde differenti che la North Shore offre ogni giorno.

Ho’okipa non adatta ai deboli di cuore

Ho’okipa è un altro famoso spot della North Shore ma a causa delle condizioni stupende che spesso offre può essere abbastanza pieno di windsurfer. Le regole dell’isola impongono che i kite non possono entrare in acqua se ci sono almeno 10 surfer o windsurfer. I guardaspiaggia sono sempre sullo spot, quindi bisogna rispettare le regole e contare bene se si vuole godere di queste condizioni. Se riuscite a essere corretti si possono surfare onde destre stupende che consentono numerosi tricks prima di arrivare all’inside e uscire in un canale.

Quando lo spot è troppo caotico un’alternativa è Lanes che si trova sottovento a Ho’okipa e spesso è più libero. Il decollo e l’atterraggio del kite in questa zona può essere un po’ difficoltoso a causa della direzione del vento e delle rocce, elemento che rende Lanes e Ho’okipa non proprio adatti ai deboli di cuore. Si consiglia inoltre di indossare dei calzari da appendere magari al trapezio una volta in acqua. Esplorare la costa verso Kanaha può essere l’opzione più semplice e consente di godere di molti break lungo il percorso.

Maui tempio dei photoshooting

Fin dalla sua creazione nel 2000 Cabrinha ha il suo DNA fermamente saldato sull’isola che con la sua grande varietà di condizioni rappresenta il luogo ideale per lavorare al marketing del brand e permettere all’R&D team di raccogliere idee e accompagnare i prodotti dal loro concepimento ai test in acqua e fino alla produzione finale. Nel photoshoot annuale che si tiene a Maui i rider del team spingono tutti i prodotti al loro limite e cercano sempre nuovi spot adatti a ogni attrezzatura. Non ci sono molti spot che racchiudono così tante condizioni e Maui è davvero perfetta per questo tipo di lavoro che si svolge giorno per giorno seguendo il meteo ideale.

I famosi kicker di Maui rappresentano le migliori rampe che un kiteboarder può trovare per esercitarsi nelle rotazioni e triks. Con la nascita di numerosi eventi dedicati al kite park e il successo della Kite Park League ogni anno le manovre su queste piattaforme stanno progredendo a vista d’occhio e le manovre che un tempo erano retaggio esclusivo del wakeboard vengono ormai chiuse anche dai kiter.

 

L’hydrofoiling ai piedi del vulcano

Un’altra dimensione del kite che ormai ha preso stabilmente piede sull’isola è l’Hydrofoiling. Non importa quanto forte sia il vento, c’è una comunità di ragazzi che è sempre in acqua a migliorare la tecnica e approfittare delle swell. L’industria del surf è così ricca di talenti che l’introduzione al foil ha fatto letteralmente un boom creando fermento e soddisfazione per quello che queste magiche attrezzature possono fare in acqua quando vengono utilizzate con una tavola di qualsiasi tipo

È estremamente facile innamorarsi di questa piccola isola vulcanica che emerge dalle profondità oceaniche del Pacifico. Situata a circa 5 ore di aereo dal continente più vicino e con le sue onde di qualità, gli scenari tropicali e i venti costanti quando ci sia arriva sembra veramente di essere atterrati nel paradiso dei watersport. Lasciate ogni vostro pregiudizio all’aeroporto e scoprirete rapidamente quanto ne vale la pena farne la destinazione del vostro prossimo viaggio.

GUIDA VELOCE PER MAUI

Affamati?     Mercato del pesce di market,

Nuka (ristorante sushi Haiku)

Qualsiasi cibo deli (Kahului)

Farmacy (Pukalani)

Assetati? Café des Amis (Paia) happy hour – metà prezzo per liquori e margaritas

Giro in macchina? North shore fino ad Hana e ritorno

Miglior alba/tramonto: Cima del vulcano Haleakala

Kite shop: Adventure Sports Maui

Spot turistici: Lahaina, Kihei

Avventure per i giorni di piatta: La foresta di Bamboo

Onde migliori: Honolua Bay (uno dei migliori al mondo, perfetto point break destro)

Miglior caffè: Maui Coffee Roasters (Kahului)

Aeroporto: Kahului (OGG)

Stagione delle onde: Dicembre – Marzo

 

Credits:

Photo: Cabrinha Courtesy