Shock in Francia: il kitesurf passa alla Federazione Vela

0
371

Shock in Francia: il kitesurf passa alla Federazione Vela

Una decisione che cambia il futuro del kitesurf in Francia. Il Ministero dello Sport francese ha ritirato la delegazione per il kiteboard alla Federazione Nazionale di Volo Libero per affidarla ufficialmente a quella della Vela.

Notizia bomba dalla Francia. La federazione del volo libero perde il kite che passa ufficialmente alla vela. Questa mattina la Federazione Francese Di Volo Libero ha annunciato dal proprio sito ufficiale che il Ministero dello Sport gli ha ritirato la delegazione del kite nautico. La decisione governativa si evince dal Giornale Ufficiale della Repubblica Francese dell’11 gennaio 2017 che a sua volta riporta il decreto n. 9 del 31 dicembre 2016.

Nell’atto, che attesta l’affidamento delle delegazioni fino al 2020 alle varie federazioni sportive secondo l’articolo L. 131-14 del Codice dello Sport, si legge che nella Federazione di Vela accanto alla vela olimpica e a tutte le discipline veliche rientra anche il kiteboard (scivolamento nautico aereotrainato).

Cambio di direzione storico: il kiteboard è vela

Un cambio di direzione decisamente fragoroso che arriva dopo 18 anni che il kitesurf rientrava sotto l’egida della Federazione Francese di Volo Libero la quale ovviamente non l’ha preso molto bene. Il comunicato infatti prosegue dichiarando con rammarico che questa decisione è stata presa in barba ai circa 13.000 soci attualmente riuniti sotto alla federazione, in barba ai campioni della disciplina, in barba al lavoro dei volontari che attraverso la federazione hanno contribuito per tutto questo tempo alla divulgazione all’evoluzione di questo sport. I dirigenti si riservano di affrontare la questione nelle prossime riunioni ufficiali per decidere anche in merito al proprio orientamento sul percorso olimpico.

In Francia dunque il kiteboard nautico da oggi in poi è a tutti gli effetti una disciplina velica che rientra nella gestione della Federazione Francese di Vela, a sua volta membro di World Sailing, la Federazione Internazionale della Vela. Almeno in questo i cugini kiter francesi diventano simili a noi italiani.

David Ingiosi