Enrico Giordano e la sua prima volta in hydrofoil. (Eclusivo)

0
1188

[dropcap type=”3″]I[/dropcap]n una giornata d’Agosto siamo riusciti a “pizzicare” Enrico Giordano, rider RRD, alle prese con il foilboard di Max Galtarossa. Dopo un avvio incerto, Enrico è riuscito a domare il mezzo e si è concesso una breve session nelle acque del suo home spot sardo.

“Finalmente sono riuscito a provare una foilboard! È stato il sempre gentile e cortese Max Galtarossa che in una calda giornata d’agosto in quel di Porto Suedda, mi ha concesso di provare il suo nuovo prodotto hydrofoil in acciaio inox. Un foil a buon mercato, ideato e prodotto specificamente per il principiante. Prima di entrare in acqua Max mi ha impartito una serie d’importanti consigli tecnici e pratici che non ho esitato ad applicare. Ho potuto costatare subito che alcuni consigli pratici sono applicati anche per il race, soprattutto per evitare il più possibile di farsi male, ma da un punto di vista tecnico raceboard e foilboard hanno notevoli differenze, purtroppo. Pronti … via! 20 minuti buoni d’improvvisi decolli e ingavonate.  Mi è toccato domare il toro scatenato. Poi ho capito. Niente potenza, serve delicatezza e il toro è diventato un agnellino. Assetto centrale, gambe piegate e uova sotto piedi. Quando ho fatto il mio primo volo ho provato la nuova sensazione di leggerezza del foil…. Uauhhh ! è come se il mio primo salto in kite fosse durato minuti … fantastico. Penso che chiunque faccia kite non possa smettere, prima di non avere provato anche questa. Grazie Max!”

Enrico Giordano