Cile ribelle, il kite ai confini del mondo

0
192

Un nuovo cortometraggio targato Flysurfer Kiteboarding si intitola “Keep the stoke alive” e vede protagonisti tre rider, l’argentino Matias Lee, la tedesca Alina Shalin dalla Germania e il francese Theo Ramecourt, che esplorano le coste selvagge del Cile, tra paesaggi deserti, onde gelide dell’oceano e venti furiosi come solo la Terra di Fuoco sa offrire.

Sono poche le località del mondo estreme come il Cile. Un paese selvaggio che è una striscia stretta di terra appoggiata all’oceano Pacifico. Una terra “di fuoco” ai confini del mondo che guarda il mare e volta le spalle alla civiltà. Per descrivere l’atmosfera forte, desertica e senza tempo che vi si respira Bruce Chatwin diceva: “Nessun suono tranne quello del vento, che sibilava fra i cespugli spinosi e l’erba morta, nessun altro segno di vita all’infuori di un falco e di uno scarafaggio immobile su una pietra bianca”. Ed è proprio per il vento furioso e i paesaggi solitari e aspri che il Cile è lo scenario scelto per una nuova pellicola realizzata da Flysurfer Kiteboarding dal titolo “Keep the stoke alive – A kite trip to Chile”, quasi 6 minuti di immagini intense e mozzafiato che raccontano uno spot lontano, esotico, di una bellezza e una forza assoluta.

I protagonisti sono tre atleti, Matias Lee dall’Argentina, Alina Shalin dalla Germania e Theo Ramecourt dalla Francia, che viaggiano lungo la costa alla ricerca dei migliori spot dove giocare con l’oceano, provare a sfidarlo tra onde splendide e cattive e le rocce affilate che nei secoli hanno affondato centinaia di navi smarrite a queste latitudini. Non mancano anche lagune deserte dai colori lunari con l’acqua piatta anche quando spazzate da raffiche di vento.

“Keep the stoke alive”, è un film sul viaggio, l’esplorazione geografica, ma anche sull’amicizia e soprattutto sulla fuga da un mondo sempre più asfissiante, sulla voglia di ribellarsi alle tenebre dei nostri giorni immergendosi nella natura, quella pura e spietata. Tieni il fuoco acceso è l’invito per tutti a tenere vive le nostre passioni, il kite, la voglia di viaggiare, di incontrare nuovi amici, conoscere nuove culture e non lasciarsi assopire dalla vita facile e asettica della modernità.

David Ingiosi

Guarda Keep the Stoke Alive: