Carlos Mario e Bruna Kajiya campioni WKL 2016

0
113

Carlos Mario e Bruna Kajiya campioni WKL 2016

Dopo 8 giornate di gare ad alto tasso di adrenalina in Nuova Caledonia in occasione del’evento Aircalin Kitesurf Pro, la World Kiteboarding League elegge campioni assoluti 2016 i due atleti brasiliani.

Le loro pagine Facebook ormai da qualche ora sono un trionfo di immagini sorridenti, complimenti e commenti entusiasti da parte di appassionati e tifosi di tutto il mondo. Non può essere altrimenti per Carlos Mario e Bruna Kajiya, sono loro infatti i campioni assoluti per il 2016 della World Kiteboarding League. I due atleti brasiliani hanno conquistato il prestigioso titolo al termine dell’ultimo evento in programma della stagione, l’Aircalin Kitesurf Pro che si è disputato dal 14 al 20 dicembre in Nuova Caledonia, nel sud Pacifico.

Alle spalle di Carlos Mario nella classifica overall si piazza l’olandese Youri Zoon, mentre lo spagnolo Alex Pastor chiude in terza posizione. Nella classifica overall femminile dietro a Bruna Kajiya, svettano la britannica Hannah Whiteley e l’olandese Annabel Van Westerop, rispettivamente al secondo e terzo posto.

I campioni di oggi e le novità del 2017

Si chiude così l’intensa stagione di competizioni della World Kiteboarding League che già si prepara al 2017 con un’importante novità. Lo scorso 19 dicembre infatti è stato annunciato che la Global Kitesports Association (GKA) ha assegnato i diritti per disputare i campionati mondiali e i world tour per le discipline del freestyle e del big air alla Kiteboarding Riders United (KRU).

Come conseguenza di questa decisione la World Kiteboarding League che opera sotto l’egida della Kiteboarding Riders United rappresenterà il world tour ufficiale del 2017. In calendario saranno organizzati non meno di 4 eventi l’anno in entrambi le discipline e sarà stilato un apposito formulario di regole separato.

Il nuovo formato World Sailing sottoscritto dai campioni

“Grazie a questa nuova formula – ha dichiarato Jörgen Vogt, segretario generale della Global Kitesports Association – verrà eletto un solo e unico campione mondiale in ciascuna disciplina e questo riporterà l’attenzione del pubblico a quegli atleti che meritano fino in fondo questo titolo”.

Ricordiamo che la World Sailing, ossia la federazione internazionale della vela, lo scorso novembre ha deciso di separare la gestione del kiteboarding tra due organizzazioni, l’International Kiteboarding Association (IKA) e la Global Kitesports Association (GKA). Con il nuovo formato la IKA sarà responsabile delle gare della disciplina Race, mentre la GKA gestirà le discipline freestyle, wave e big air. Una decisione che atleti come Alex Pastor, Youri Zoon, Liam Whaley e Bruna Kajiya, tutti membri di peso all’interno della KRU hanno condiviso pienamente. Il mondo delle competizioni ha bisogno di regole certe per continuare a crescere. Forse il momento è quello giusto.

David Ingiosi