Tutti vogliono le KiteGirls Odessa nel loro spot!

0
479

Si chiamano Marina, Elena, Julia e Karina e sono le KiteGirlsOdessa: belle, sportive, appassionate di kite e grandi amiche. Tutte nate a Odessa, in Ucraina, hanno dato vita a questo bel progetto con il quale vogliono ispirare tutti a vivere il kitesurf e il fascino della beach life. Le ho intervistate per conoscerle meglio e mi hanno trasmesso tutta la loro energia positiva e il loro entusiasmo.

Se già fate kite, è molto probabile che sui social vi siate imbattuti in queste fantastiche ragazze. Le loro foto e i loro post raccolgono ogni giorno migliaia di like. Cerchiamo di saperne di più in questa intervista esclusiva per Kitesoul Magazine.

– Il marchio KitegirlsOdessa si sta ingrandendo su tutti i canali social. Potete spiegarci chi ha inventato questo progetto, quando e quali sono i suoi obiettivi?

KiteGirlsOdessa è stato come un lampo. Non abbiamo pensato a organizzare un grande progetto, abbiamo solo fatto quello che ci piace e ci siamo divertite. La nostra community come “brand” ha stupito anche noi: abbiamo deciso di crearla in un giorno normale durante una cena dopo un viaggio in Egitto. Prima non ci conoscevamo, ci eravamo viste solo durante i training e avevamo scambiato qualche chiacchiera. Non ci sono così tante kitegirl a Odessa, quindi ci conoscevamo solo di vista. Ma sai come funziona nel “mondo” delle ragazze: si chiacchiera, si stappa una bottiglia di vino e subito tutte parlano e si divertono. La stagione del kitesurf a Odessa è piuttosto breve, quindi abbiamo deciso di estenderla in Egitto e abbiamo fatto quel viaggio. È stata un’esperienza davvero fantastica, sapevamo già che saremmo rimaste insieme per sempre. Dopo questo viaggio ci siamo riunite tutte insieme nell’appartamento di Juliya e abbiamo condiviso le nostre impressioni sulla nostra avventura. È stato divertente trascorrere quel tempo insieme e ci siamo rese conto che non c’era una comunità tra le kitegirls in Ucraina e ci saremmo distinte per questo. Quella è stata la nostra nascita, la nascita di KiteGirlsOdessa. In pochi giorni abbiamo creato il nostro account su Instagram, poi le t-shirt con il marchio stampato e raccontato a tutti di noi. A volte potrebbe essere difficile comprenderlo, ma ci amiamo davvero. KiteGirlsOdessa non è solo un progetto. Questa è un’amicizia di quattro ragazze pazze che amano il kitesurf, fanno festa e viaggiano insieme.

– Ci sono altre ragazze coinvolte oltre a Marina, Elena, Julia e Karina e c’è qualche opportunità per le altre kiters di unirvi a voi?

La “spina dorsale” del progetto siamo noi: Marina, Elena, Julia e Karina. Ma abbiamo tanti amici tra i kiters a Odessa, ad esempio la nostra amica, Natasha, con la quale spesso viaggiamo e alleniamo insieme. Ci teniamo in contatto con le altre ragazze di Odessa in realtà. Inoltre abbiamo una chat di kite in messenger dove discutiamo di attrezzature, viaggi in luoghi particolari e previsioni meteo.

Potete dirci qualcosa di più su ciascuna di voi (formazione, passioni, obiettivi)?

Marina: sono nata a Odessa, in Ucraina, città meravigliosa sulla costa del Mar Nero. Sono felice di essere nata e vivere qui. Sono completamente innamorata del mare, le albe e i tramonti sulla spiaggia. Sono romantica nell’anima, nonostante la mia scelta professionale. Ho studiato Economia all’università e poi Contabilità come istruzione aggiuntiva. Dopo lo studio ho avuto varie possibilità di lavorare e ora sto assumendo la posizione di CEO della finanza in alcune aziende. Quindi, come puoi vedere, i miei studi e la mia carriera non presupponevano un’attività sportiva. Ma essendo una persona romantica e attiva ero alla ricerca di emozioni vere e brillanti nella mia vita. Andavo in palestra, ma non era così interessante. Poi ho provato ad arrampicare, ma non era abbastanza per me. Una sera bevendo un bicchiere di vino con un mio amico abbiamo visto l’annuncio di un kite safari in Egitto. Quel viaggio ha cambiato la mia vita! Mentre tornavo a casa quasi piangevo perché non solo avevo trovato un grande hobby e nuove emozioni, ma avevo incontrato anche persone meravigliose, ricaricato completamente la mia mente e per la prima volta sentito di essere completamente felice.

Elena: sono una ragazza di 30 anni con una vita interessante che mi sono conquistata da sola. 9 anni fa ho terminato la facoltà di Economia Internazionale presso l’Università di Odessa e ho deciso di iniziare la mia attività in proprio. Ora ho il mio negozio internet BEURRE.ua dove potete trovare tutti i componenti per produrre sapone e cosmetici artigianali. Questo lavoro mi permette di praticare diversi sport come il kitesurf, la pole dance, lo squash, i pattini a rotelle, etc. Tra l’altro ho una figlia di 11 anni. Posso dirti che nessun lavoro o nessun figlio può impedirmi di essere attiva, sportiva e positiva. I genitori sono il miglior esempio per i loro figli, quindi insegno a mia figlia a essere sportiva e determinata e il kitesurf è il modo migliore per dimostrarlo.

Juliya: ho 33 anni, ma non sento davvero questa età. Per 10 anni ho lavorato nell’industria della moda. Ho lavorato come compratore, ragioniere, finanziere. Mi sono persino messa alla prova come designer. Ma tutta la mia vita è nello sport. Ho fatto tai box, pole dancing, palestra, fitness, sci, snowboard, yoga, kitesurf. Negli ultimi 4 anni mi sono dedicata al crossfit e ora non posso separarmene. Ho anche preso parte a gare. Sono piccola, ma molto forte. Ora ho deciso di diventare professionista in questo settore: faccio l’istruttrice di allenamento funzionale nella più grande palestra di Odessa. Insegno nutrizione, medicina olistica, vita sana. Rendo le donne più belle e in salute. Ho cambiato la mia carriera a 33 anni, ma è la mia passione. Questo è quello che mi piace fare 24 ore al giorno. Ho una personalità molto versatile. Un giorno mi piace un duro allenamento, un altro faccio meditazione. Sono sempre attiva, amo cucinare (qualsiasi cucina), lo studio, la filosofia, l’amore, i viaggi, gli amici, la famiglia e la vita.

Karina: mi chiamo Karina Denisenko, ho 29 anni e sono la mamma di un bellissimo bimbo. Vivo la mia vita con ottimismo, mi piace viaggiare e cerco di organizzare le mie vacanze nel modo più interessante possibile. I miei hobby preferiti sono il kitesurf, le immersioni, lo snowboard e gli sport d’azione. Dipingo e desidero sempre aprire nuovi orizzonti per me stessa.

Oltre al kitesurf, vi piacciono diversi sport acquatici, ma anche ginnastica, yoga, fotografia e così via. È vero?

Tutto quello che vedi su Instagram è la nostra vita reale, anche solo un pezzo di noi. Mostriamo ai nostri follower le vere noi, i veri viaggi, le vere emozioni. Siamo molto attive, gentili, socievoli. Facciamo crossfit, pole dance, fitness, wake, snowboard, sci. Amiamo diversi tipi di sport, ma il kitesurf ci unisce.

Viaggiate in diversi kitespot. Come scegliete una destinazione, quanto vi fermate di solito e come trascorrete il tempo sul posto?

Molto spesso i nostri viaggi sono spontanei, raramente programmati in anticipo. Il tempo che restiamo in ogni posto dipende dai nostri piani e dal lavoro a Odessa. Di solito non è inferiore a 7 giorni. Ma vogliamo sempre rimanere più a lungo. Un viaggio in Egitto ci ha davvero uniti, quindi spesso ci torniamo insieme. A volte ci piace viaggiare per visitare le città, godendo di posti bellissimi come normali turiste. A volte durante l’inverno, vogliamo goderci la neve: ci piace conquistare le montagne innevate in Georgia e Bukovel, in Ucraina. Facciamo tutte snowboard. Ci piacciono anche i kitesafari in barca sulle isole del Mar Rosso: ci sono condizioni ideali per kite, acqua piatta, panorami splendidi, ottima compagnia e meteo fantastico. Amiamo molto le statistiche del vento in Egitto! C’è anche un bel posto a Dakhla, in Marocco, ma sfortunatamente non è facile arrivarci a causa delle richieste di visto e dei biglietti aerei piuttosto costosi. Un altro posto meraviglioso è la Grecia, a Rodi. Anche se la stagione è piuttosto breve qui, ma è un posto molto speciale, in particolare la baia di Prassonissi, abbastanza popolare tra i kiters perché puoi sempre scegliere quale stile allenare, big jump o freestyle su un acqua piatta. Anche Mauritius ha conquistato tutte noi con i suoi bei posti esotici e il clima caldo.

Avete progetti di venire in Italia in futuro?

Oh, l’Italia. È il nostro paese preferito! Siamo pronte a tornare ancora e ancora. Due anni fa abbiamo viaggiato insieme in Italia. Siamo partite da Milano e siamo andate al lago di Garda, ma sfortunatamente eravamo senza la nostra attrezzatura da kite. La tappa successiva è stata Bologna, poi Verona, Firenze. Abbiamo avuto qualche problema con la sistemazione prenotata e abbiamo persino dovuto passare la notte in macchina. Ma poi in Toscana abbiamo trascorso una splendida giornata in un’antica villa con relax in piscina. Più tardi siamo state a Pisa. Dopo questa tappa, Marina e Karina sono dovute tornare a casa, mentre Elena e Julia hanno continuato il viaggio lungo la costa. È stato semplicemente indimenticabile: vino buono, cucina incredibile, persone gentili e panorami perfetti ovunque. Abbiamo visitato 7 città in soli 5 giorni. Siamo molto molto pazze. Vogliamo visitare presto l’Italia e questa volta dedicarci ai posti per il kite. Speriamo che tutto avvenga molto presto.

– Indossate spesso degli stupendi bikini, lycra, mute, etc. Avete qualche sponsorizzazione dai brand?

-Che cos’è la sponsorizzazione? Hm, no. Sono tutti abiti e attrezzature che ci compriamo da sole. Basta avere degli sconti. Ma è una buona idea.

– Siete tutte ucraine. Potete parlarci della scena del kitesurf nel vostro Paese, specialmente riguardo alle ragazze?

Viviamo tutte in Ucraina, in una città sorprendente che è Odessa. È la città migliore, perché abbiamo il mare. Abbiamo l’opportunità di praticare il kitesurf nei giorni più soleggiati dell’estate. Ci alziamo alle 6-7 del mattino e prepariamo dolci l’una per l’altra e per i nostri amici rider. Carichiamo tutta l’attrezzatura in auto e ci precipitiamo nel nostro spot preferito. Facciamo kite in una zona protetta dell’Ucraina, tra splendidi paesaggi e uccelli rari. La nostra giornata si conclude con un bel tramonto ventoso e un bicchiere di vino. Ci sono poche ragazze che praticano il kitesurf qui, ovviamente noi siamo le più popolari. Ma proviamo a mostrare ad altre ragazze che è uno sport straordinario e che tutte possono farlo. Speriamo di poter attrarre sempre di più ragazze come noi.

– State raccogliendo centinaia di nuovi follower ogni giorno sui canali social. Com’è il loro feedback quando vi incontrano in spiaggia?

Sì, abbiamo un sacco di follower che ci riconoscono negli spot. Abbiamo le nostre mute brandizzate, le magliette, quindi è facile riconoscerci. Quasi tutti i ragazzi dicono che siamo grandi. Questa è una sensazione molto bella. Qualcuno ci invita al loro Paese. Qualcuno ci scrive quasi tutti i giorni. Tutto dipende dalle persone e dalle occasioni.

Avete voglia di ispirare altre ragazze a divertirsi con il kitesurf, viaggiare e vivere la vita da spiaggia?

Hai colto nel segno e ci capisci così bene. Ci piace essere un’icona di vita solare e sportiva per mostrare agli altri che possono sentirsi liberi e felici durante l’allenamento sportivo. La palestra e altri tipi di sport a volte sono così noiosi… Ma il kitesurf può farti stare in forma e farti divertire. Plani sull’acqua, ti senti bene e anche il tuo corpo ci guadagna. Ma vogliamo dire a tutti che anche noi abbiamo un lavoro e incombenze quotidiane, insomma una vita normale. Il nostro team è un ottimo esempio per combinare lavoro, famiglia e hobby.

Avete intenzione di realizzare un video sulla vostra esperienza o qualcosa di simile?

Oh, ci hai dato una grande idea! Realizzare una video story del nostro team! Sappiamo che la nostra evoluzione potrebbe essere interessante per molte persone e potrebbe ispirare altre ragazze a provare il kitesurf.

David Ingiosi

Photo Credits: KiteGirlsOdessa