GoPro 4+ Test esclusivo – Primo contatto

0
1083

E’ appena stata presentata ufficialmente la nuova GoPro Hero 4+ e siamo qui con il nostro test per una prima presa di contatto con questo che è l’oggetto del desiderio di ogni amante degli action sports.

Troverete diverso materiale nativo girato con la nuova GoPro Hero 4+ e qualcosa di editato per completare il quadro, cominciamo con quello che tendenzialmente interessa tutti, 4K in frame rate 24p, 25p e 30p!

Initials shots with GoPro 4 in 4K with DJI Phantom 2 with Lightbridge from Philip Bloom Reviews & Tutorials on Vimeo.

Premessa

Abbiamo usato le GoPro fin dalla prima Hero HD, ed abbiamo assistito alla loro progressiva diffusione in ogni ambito, dalla creazione di un nuovo segmento di mercato alla leadership mondiale, con una marketshare da dominatore.

Negli anni i modelli che si sono succeduti hanno alzato progressivamente l’asticella, affermandosi come il prodotto di assoluto riferimento, e questa nuova Hero 4+ prosegue in questa strada costellata di successi.

Ciò che nell’ultimo anno ha cambiato ancora una volta la storia di GoPro, rendendo sempre più uno strumento indispensabile anche per i professionisti, è stato l’avvento dei droni in un formato in grado di arrivare alla massa con un prodotto all-in-one pronto all’uso e perfettamente integrato con la GoPro, magari stabilizzata da una gimbal, il DJI Phantom.

Koh Yao Noi from Philip Bloom on Vimeo.

IMG_3921-670x446 DSC05404-670x494

Miglioramenti?

Diverse cose nella GoPro 3+ proprio non andavano:

Performance con poca luce

Autonomia scarsa

Assenza di controlli manuali

Un frame rate a 4K utilizzabile

720p a 120 fps

Mancanza di comandi per i menù sul retro.

 

e probabilmente molto altro…..

Abbiamo ricevuto la GoPro 4 alla fine della scorsa settimana ed eravamo curiosi di sapere quante e quali di queste mancanze fossero state colmate e magari cosa fosse stato introdotto di nuovo.

IMG_3837-636x1000 IMG_3842-670x893 IMG_3841-670x523 IMG_3839-670x793

La prima cosa che abbiamo fatto dopo aver aperto la confezione è stata piazzare la Hero sul cofano della macchina e guidare attraverso la città con la modalità 4K attivata. Per fortuna la scocca della macchina non è cambiata. C’è un nuovo vano batteria nella parte inferiore della camera, invece che sul retro come sul vecchio modello, che ospita un batteria ad alta capacità. Il connettore GoPro è sempre lo stesso e piazzato sul retro in modo che la batteria Bac Pac e LCD possano ancora funzionare. Questo significa che le vecchie gimbal Phantom ZenMuse dovrebbero funzionare senza problemi. Per altro i nuovi modelli non hanno più questo attacco e questo è veramente un peccato.

Va detto che i due modelli Black e Silver confondono molto le idee. Il nero è sempre il top di gamma ed è posizionato come tale, ma la Silver ha tutto ciò che ha la Black, meno il 24,25p e 30p 4K e ha in più uno schermo incorporato sul retro! In effetti sarebbe bello poter avere anche sulla Black uno schermo integrato e non sorprenderebbe se un giorno ne arrivasse una.
Il pulsante laterale non è più solo dedicato al wifi, ma viene utilizzato anche per modificare le impostazioni foto/video. La luce di servizio e di stato di carica sono ora a sinistra dell’LCD principale al posto dei due piccoli cerchi precedenti accanto al pulsante frontale.

Non è ancora presente il 2 ° tasto di funzionamento del menu che è qualcosa che volevamo! Rispetto ai menu originali GoPro che erano sostanzialmente in codice questi sono grandi, ma noi preferiremmo la possibilità di andare su e giù piuttosto che un solo ciclo tramite il pulsante … arriverà forse con la Hero 5?

DSC05407-670x269 DSC05409-670x356 IMG_3846-670x494 IMG_3882-670x872

Native 4K GoPro 4 clip car mounted from Philip Bloom Reviews & Tutorials on Vimeo.

In volo

Naturalmente questa era la parte che ci entusiasmava di più, usare la Hero 4 con il Phantom.

Ciò che è positivo è che per forma e connettori è molto simile alla precedente GoPro e quindi può lavorare a perfezione con la maggior parte delle gimbals ZenMuse Phantom.

Quindi piccoli ritocchi per poter usare l’interfaccia lightbridge ed eravamo in volo.

Lightbridge fornisce una qualità di immagine pazzesca ed una visuale in prima persona a 1080 assolutamente cristallina con tutta la telemetria che si otterrebbe dalla iOSD, in più si può collegare al vostro smartphone e utilizzarlo come monitor (o semplicemente usare un monitor HDMI).

DSC05301-667x1000 DSC05302-670x447 DSC05320-670x770 DSC05327-670x447

Initials shots with GoPro 4 in 4K with DJI Phantom 2 with Lightbridge from Philip Bloom Reviews & Tutorials on Vimeo.

Il sensore all’interno della GoPro è minuscolo spremere un 4K da questo è veramente difficile… la chiave sta tutta nel bitrate. Con GoPro abbiamo una grande profondità di campo. E tutto profondità di campo. Profondità di campo significa generalmente più dettagli e più in dettaglio significa maggiore difficoltà nella compressione del filmato. Siamo stati sempre intorno a 60mbit / s che non è molto. Per l’HD può andar bene ma per il 4K? Le riprese che abbiamo fatto nel parco sono chiaramente una lotta con tutte queste informazioni da gestire. Abbiamo bisogno di fare confronti tra HD e 4K della stessa ripresa per vedere quale sia il risultato migliore. Abbiamo la sensazione che il ProTune bit dell’ HD è circa quello che si ottiene con il 4K moltiplicato per una dimensione di 4 volte superiore.

Ci ripromettiamo di aggiungere altre considerazioni quando avremo fatto ulteriori prove.

IMG_3849-670x573 IMG_3850-670x530